Science Compass | Sviluppo dei farmaci e malattie rare
Il percorso di un farmaco dall'idea alla sua fruibilità da parte dei pazienti è lungo e richiede ingenti investimenti. Nel campo delle malattie rare è ancora più complesso. Quali sono le ragioni e le cose da sapere per non affrontarlo impreparati ed avere il massimo risultato.
ricerca e sviluppo, farmaceutica, malattie rare, pazienti, farmaci, farmaci orfani, ricerca scientifica
16701
post-template-default,single,single-post,postid-16701,single-format-video,qode-news-1.0.2,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,side_area_uncovered_from_content,vss_responsive_adv,vss_width_768,qode-theme-ver-13.0,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.4,vc_responsive

Sviluppare una cura: costi, tempi e metodi

Vi siete mai domandati come mai richiede tanto tempo e costa tanto il processo di sviluppo di un nuovo farmaco?

 

In questa intervista, affrontiamo l’argomento con un grande esperto di ricerca e sviluppo in campo farmaceutico: Germano Carganico.

Chimico di formazione, Germano ha oltre 30 anni di esperienza nello sviluppo di farmaci e ha portato alla registrazione numerosi prodotti farmaceutici. Attuale direttore esecutivo affari strategici dell’azienda biotecnologica Molmed, ha fondato 10 anni fa Rare Partners, una società non profit dedicata alle malattie rare.

In questa intervista ci racconta alcune delle sue esperienze più significative, illustra il percorso di un farmaco dall’idea alla sua fruibilità da parte dei pazienti e ci spiega il suo interesse e il suo approccio alle malattie rare. Particolarmente interessanti gli spunti che offre a coloro che vogliano o già siano impegnati a favore della ricerca terapeutica in questo ambito.

No Comments

Post A Comment